Addetto di scalo aeroportuale: l’intervista a Claudia Fiori

Avere 21 anni, con la voglia di vedere il mondo, la determinazione di una giovane professionista e il settore aeroportuale da sempre nel cuore e nella testa.
Claudia Fiori è romana, un diploma al liceo linguistico, una frequenza annuale presso la facoltà universitaria di mediazione linguistica e culturale e poi la decisione di iscriversi al corso per Addetto di scalo aeroportuale di Accademia del Lavoro per inseguire un sogno.

“Ho deciso di seguire il corso per addetto scalo perché quella per il settore aeroportuale è una passione che ho da bambina. Si tratta di un mondo affascinante e complesso e, grazie a questo percorso formativo, ho imparato tantissimo, sia a livello di contenuti tecnici e pratici che a livello di approccio e condotta professionale. Con i ragazzi del gruppo, poi, si è instaurato da subito un ottimo rapporto. Credo sia stata una delle più belle esperienze fatte negli ultimi anni”.

addetto di scalo aeroportuale accademia del lavoro

Parlando poi dei docenti, Claudia sottolinea: “Ci hanno trasmesso tanto, hanno dimostrato di essere molto competenti e informati su ciò che ci hanno insegnato. Si percepiva fortemente la loro esperienza”.

Oggi, il traguardo di Claudia Fiori è lo stage iniziato presso l’aeroporto di Fiumicino, che terminerà a metà gennaio e che vede l’ex allieva del corso di Accademia alle prese con importanti mansioni di responsabilità che necessitano attenzione, precisione, concentrazione massima sempre negli ambiti di check-in, imbarco e uffici Lost and Found. Senza togliere, poi, la passione, la dedizione e la pazienza che appartengono già a questa giovane addetto di scalo aeroportuale.
A lei e a tutti gli ex allievi del corso un grande “Ad Majora”!