Come si realizza un video curriculum: gli step da seguire

Ci siamo già occupati dell’importanza del curriculum per chi cerca lavoro e di come scrivere un CV oggi, integrandolo con le informazioni più importanti e che davvero descrivono quali sono le competenze e le caratteristiche di una persona; abbiamo anche sottolineato l’importanza che rivestono alcune nuove forme di presentazione, quali appunto il video curriculum. Ma cos’è esattamente e come si realizza?

Il video curriculum ovvero presentarsi con un video

Il video curriculum è un mezzo nuovo ed efficace per farsi conoscere dalle aziende o da tutte quelle realtà potenzialmente interessate ad assumere una determinata figura professionale. Si tratta infatti di una presentazione spontanea, ripresa da una telecamera e diffusa via internet.
Questo strumento sta avendo successo in Italia solo da pochi anni, mentre in in Francia, Spagna e Stati Uniti è molto utilizzato già da tempo.
La sua diffusione è collegata non solo al fatto che sono sempre più facilmente reperibili gli strumenti per la produzione di un video, ma anche perché le aziende stesse lo considerano un modo più immediato, sintetico e trasparente per conoscere i candidati.

video curriculum accademia del lavoro 2
Uno degli aspetti da non trascurare è quello di accompagnare il Video Curriculum con un Curriculum tradizionale, dal momento che in seguito alla visione del video CV i selezionatori avranno bisogno di un fascicolo o un file più facilmente consultabili, per portare il candidato alla fase successiva della selezione.
Tuttavia, il video CV può davvero rivelarsi essenziale, soprattutto per quanti si vogliono candidare per posizioni professionali per i quali è molto importante avere una certa dimestichezza con l’uditorio, sapersi presentare, saper parlare. Cosa che accade ad esempio per alcune professioni che dedicano molta importanza al “front office”, come l’addetto di scalo aeroportuale, che ogni giorno hanno a che fare con persone a cui devono comunicare qualcosa nel migliore dei modi.

Come si realizza un curriculum video

Prima di realizzare un video CV è importante studiarlo a tavolino, creare cioè una sorta di scaletta di ciò che si dirà davanti alla videocamera. Meglio quindi appuntarsi tutto e avere ben chiare le idee su cosa si vuol dire, in modo da evitare di risultare confusi, poco decisi, approssimativi o peggio ancora superficiali.
Un altro aspetto importante riguarda la stessa veste del video, che si può arricchire con grafiche informative, soprattutto per i video CV di candidati che mirano a esercitare professioni creative.

Lo storyboard del video CV

Cosa inserire nello storyboard del video curriculum? Come scriverlo? La seguente scaletta può essere di grande aiuto:

  1. Inizia presentandoti con il tuo nome, cognome, età e luogo di provenienza. Un po’ come accade per il curriculum testuale, bisogna inserire tutte le informazioni riguardanti i dati personali in breve, poiché questi elementi serviranno a dare un primo quadro della persona che sta parlando e a rompere il ghiaccio. Niente di così complicato: è ciò che facciamo ogni giorno quando ci presentano a persone nuove.
  2. Quindi passa alla presentazione del tuo percorso di formazione, senza tuttavia sciorinare ogni corso seguito. Meglio puntare su quei percorsi con una certa attinenza con il profilo professionale a cui ci si è candidati.
  3. Racconta poi in sintesi le tue esperienze lavorative attinenti al settore, o quelle che in qualche modo possono sottolineare le tue capacità, propensioni e talenti.
  4. Non dimenticare di inserire un rapido riferimento a tuoi interessi o hobby che possano dare un’idea di quali sono le tue soft skills (ad esempio conoscenze informatiche, di lingue straniere, o un particolare talento in uno sport): le aziende desiderano avere un quadro il più possibile completo del candidato.

I consigli da tenere a mente

Se importante è seguire uno storyboard che abbia tutte le caratteristiche sopra descritte, essenziale è tenere a mente questi consigli:

  • Non dilungarsi in racconti lunghi ed estenuanti: ricordiamoci che ci ci esamina non ha a disposizione tutto il tempo del mondo, soprattutto se deve visualizzare tanti curriculum;
  • Essere pertinenti: le notizie da inserire nel video CV devono essere il più possibile pertinenti al ruolo che si vuole svolgere. Quindi meglio puntare su poche cose ma azzeccate;
  • Raccontarsi in quattro mosse. Pensatevi in quattro punti essenziali che racchiudono ciò che siete e provate ad esprimerli in quattro mosse, quattro periodi non lunghissimi.
  • Naturalezza e disinvoltura. Non siate indecisi, non date l’impressione di essere impauriti o timidi. State raccontando di voi, quindi non dovrebbe essere difficile. Se non siete particolarmente portati per le presentazioni in video, allora provate mille volte prima di registrare: fatelo davanti allo specchio, fatevi ascoltare da parenti o amici: Quando sarete padroni dello script che avete preparato e avrete raggiunto una certa sicurezza, sarete pronti per la registrazione finale.
  • Brevità, brevità, brevità. Più sarete capaci di sintetizzare la vostra presentazione in video, inserendo tutte le informazioni senza perdervi in inutili e controproducenti divagazioni, più il vostro video curriculum sarà apprezzato.

Le caratteristiche del video CV

Pochi minuti sono più che sufficienti per parlare di voi al potenziale datore di lavoro: sebbene non esista una durata ideale, nella maggior parte dei casi è meglio non superare i 2 minuti – soprattutto nel caso di lavori scarsamente specializzati.
La registrazione va effettuata in un ambiente adeguato e professionale: un luogo abbastanza silenzioso e possibilmente con un arredo poco appariscente, senza altri dettagli personali se non quelli che si è deciso di inserire di proposito.
Anche l’abbigliamento è importante: meglio evitare un look aggressivo o troppo “sportivo”, ma al tempo stesso è sconsigliata un’eleganza eccessiva, “ingessata”. Un video CV è una presentazione visiva di sé, pertanto è preferibile vestirsi come se si stesse già facendo un colloquio di lavoro.

Cosa fare dopo aver realizzato il video CV?

Dopo aver realizzato il video curriculum, bisognerà inviarlo via e-mail, insieme al CV tradizionale in formato elettronico e possibilmente a una lettera di presentazione o lettera motivazionale, che spieghi in breve le ragioni della candidatura. Alcuni siti supportano il caricamento diretto del file video o di un file .zip compresso (per risparmiare spazio), tuttavia è anche possibile caricare il video online tramite Youtube, Vimeo o altre piattaforme, includendo così nella mail direttamente il link.

A questo punto non resta che attendere l’esito della selezione… e in bocca al lupo!

Ecco qualche altro consiglio utile in questo articolo su klugg.it