Trovare lavoro: ecco i consigli utili delle aziende per il 2017

Le domande più diffuse tra i giovani che hanno concluso il loro percorso di studi, oggi, sono: “come faccio a trovare lavoro subito?”, “da dove si comincia a cercare un impiego?'” oppure “come si affronta un colloquio?”. L’orientamento al lavoro è una questione molto delicata e un team di esperti ha raccolto in un volume i suggerimenti delle aziende su come trovare lavoro. Tra questi, eccone alcuni da non perdere.

Alcuni dati positivi sull’occupazione giovanile

Sono positivi i dati di inizio 2017 che vengono dall’Istat, che annuncia una disoccupazione giovanile in netto calo (dal 39,2% al 37,9%) rispetto all’anno scorso: 30 mila gli occupati in più rispetto a dicembre, 236 mila rispetto a un anno fa.

Primo consiglio: non aspettare il lavoro, ma cercarselo

Non è la scoperta dell’anno, ma certo un consiglio che spesso molti giovani ignorano. Sono le aziende a dirlo a gran voce: non aspettare che qualcuno chiami, ma rimboccarsi le maniche e partire con una ricerca accurata e soprattutto mirata, attenta e attiva.

come trovare lavoro accademia del lavoro 1

Il lavoro va cercato senza lasciare nulla al caso, anche dovendo saltellare da un impiego all’altro, alternando occupazioni che appassionano ad altre che magari entusiasmano meno, ma per le quali si risulta comunque efficienti o portati. Sarà un’ottima palestra per acquisire competenze sempre più specifiche.

Conoscere l’azienda nella quale si vuole lavorare

La conoscenza dell’azienda presso la quale si vorrebbe lavorare è un altro importante aspetto da non sottovalutare. Bisogna cioè dimostrare di aver studiato il settore, l’ambito nel quale si lavora, il brand o l’azienda insomma.

Personalizzare il curriculum vitae

L’errore più diffuso è pensare che il curriculum non sia un documento formale o che sia semplicemente un allegato da spedire con una mail.
Piuttosto bisogna curare in modo sempre più attento il proprio CV, personalizzandolo, scrivendolo o realizzandolo (nel caso del Video curriculum) pensando all’interlocutore, inserendo anche elementi personali e utilizzando informazioni legate alla unicità della propria storia, con attitudini e competenze che l’azienda prenderà in considerazione.

La formazione prima di tutto

Il consiglio principe tra tutti è quello di curare al meglio la propria formazione: presentarsi ad un colloquio dopo aver acquisito competenze specifiche rappresenta certamente una marcia in più, una corsia preferenziale tra quanti vogliono trovare un impiego al più presto. Master e corsi professionalizzanti, che abbiano programmi specifici e docenti preparati sono ciò di cui un giovane in cerca di lavoro necessita per poter arrivare preparato a quel traguardo che precede il suo ingresso nel mercato professionale.

Scopri l’offerta formativa nel settore professionale di Accademia del Lavoro.