International Tattoo Expo 2017: torna a Roma la più grande convention dedicata al tatuaggio  

Un tatuaggio non è semplicemente un disegno. Vedi, un tatuatore è come un confessore. Lui scrive la storia di un uomo sul suo corpo” [Nicolai Lilin]. Torna a Roma l’appuntamento con il tattoo expo, la fiera internazionale del tatuaggio. Tre giornate, 5,6, 7 Maggio durante le quali sanno presenti  oltre 400 artisti.

All’interno dell’International Tattoo Expo , giunta ormai alla sua 18esima edizione e come ogni anno tanto attesa dai tattoo lovers, oltre che le ultime novità del settore, si potranno trovare stand di oggettistica e abbigliamento correlate al tema del tatuaggio

L’international Tattoo Expo di Roma: gli artisti e gli eventi

La precedente edizione ha contato circa ventimilia visitatori, confermando quanto il mondo del tattoo sia diventato un vero e proprio baluardo di una nuova cultura artistica, espressione di un culto tutto contemporaneo, ma che affonda le sue radici nell’antichità. Saranno presenti i più celebri tatuatori del mondo:  dai motivi floreali,  a quelli giapponesi e tribali, sino ai ritratti colorati e in bianco e nero.

La 18esima edizione dell’International Tattoo Expo Roma 2017, avrà luogo nella cornice del Palazzo dei Congressi dell’Eur. Durante l’intera convention sarà possibile farsi tatuare direttamente dal proprio autore preferito, contattando il tatuatore con un po’ di anticipo onde evitare delusioni dell’ultimo minuto, proprio come consigliato sul sito della fiera.

Tra i principali tatuatori di questa edizione presente l’inglese Paul Talbot , la coppia russa Anton e Marina Avtnomova, il polacco maestro del realismo a colori Karol Rybakowski e il koreano Zoseon.

Le mostre e gli ospiti d’eccezione

Durante i tre giorni dell’Expo sarà possibile anche visitare le diverse mostre presenti, tra cui “Ink of Ages“, che International Tatoo Expoprende forma da un’ idea del tatuatore romano Welt, andando ad esplorare il vasto mondo delle influenza musicale nell’arte del tatuaggio. “Core de Roma” di Pamela Ranyart, è invece ispirata ad un processo di ricerca interiore; infine la mostra di Anna Chiara Felletti è centrata sul ruolo centrale giocato dalle figure femminili che prendono forma fuoriuscendo come potenti divinità, attraverso un gioco di luci, ombre e colori.

Annalisa Minetti  sarà la madrina d’eccezione della convention, durante la quale presenterà il suo nuovo libro autobiografico Io rinasco. Oltre ai contest, alle premiazioni dei migliori lavori eseguiti durante la convention e alle mostre, sul palco si alterneranno performance di diverso tipo . Inoltre sarà presente anche il celebre Andrea Lanzi, autore di tatuaggi hypercolor e vincitore di un altissimo numero di premi internazionali.