Le compagnie aeree low cost più sicure: la classifica del 2018

Come ogni anno Airline Ratings, società leader nella valutazione degli operatori nel settore aereo, ha stilato la classifica relativa alle compagnie aeree low cost più sicure del 2018. Soprattutto in passato, quando nacquero i primi vettori economicamente più “abbordabili”, molti potenziali clienti, probabilmente per mancanza di informazioni relative a quel nuovo modo di viaggiare, erano portati a pensare che il singolo vettore low cost potesse risparmiare sulla sicurezza per “giustificare” in qualche maniera un prezzo molto basso rispetto a quello proposto dalle rotte percorse dagli aerei di linea. Appare chiaro, ad oggi, che non può essere così.

La politica low cost.

Le compagnie low cost, infatti, hanno una politica differente, che tende a far risparmiare il cliente sul prezzo del singolo biglietto ma, magari, non consente di imbarcare un bagaglio di 23 chili se non dietro il corrispettivo di un determinato sovrapprezzo. Stessa cosa dicasi se si vuole effettuare il check-in direttamente in aeroporto anziché affidandosi ai programmi online. Anche in questo caso, potrebbe essere necessario mettere nuovamente mano al portafogli.

O ancora, nel caso in cui ci si trovi di fronte all’incubo di ogni viaggiatore, ossia una volo cancellato per cause non imputabili alla compagnia, può capitare che quest’ultima non garantisca l’imbarco sul primo aereo disponibile senza far pagare un’ulteriore cifra.

compagnie aeree low cost accademia del lavoro 1

D’altra parte, esistono casi in cui una compagnia aerea di linea (non low cost) abbia rovinato il viaggio ad alcuni clienti. Una delle ultime notizie viene dagli Stati Uniti, ed è stata riportata dal quotidiano La Stampa. Secondo quanto testimoniato, su un volo della United Airlines da Houston a New York, una coppia sarebbe stata costretta da una delle hostess a “riporre” il proprio cane all’interno della cappelliera. Durante il viaggio il piccolo animale a quattro zampe avrebbe abbaiato a più riprese, così come testimoniato da alcuni passeggeri. Non si sa come e per quale motivo, fatto sta che all’arrivo all’aeroporto di La Guardia, il cane era morto. Disperazione dei proprietari, e tanta rabbia sfociata nella denuncia ufficiale su quanto accaduto. A questa è seguita la risposta della United Airlines che ha fatto sapere di aver messo sotto indagine l’assistente di volo in quanto non è consentito che un animale possa viaggiare nella cappelliera. Inoltre ha rimborsato il prezzo del biglietto ai passeggeri e pagherà anche le spese dell’autopsia sul cagnolino.

Compagnie aeree low cost più sicure del 2018.

Di seguito pubblichiamo la classifica in ordine alfabetico stilata da Airline Ratings delle compagnie aeree low cost più sicure del 2018.

  1. Aer Lingus – Compagnia irlandese, seconda per grandezza a Ryanair.
  2. Flybe – Compagnia low cost britannica. Ad oggi copre 180 rotte verso 65 aeroporti d’Europa.
  3. Frontier Airlines – Compagnia americana. Vola anche verso Messico e Costa Rica.
  4. HK Express – Compagnia cinese con base a Hong Kong. Opera voli verso Giappone, Korea, Thailandia e Taiwan.
  5. Jetblue – Compagnia americana che raggiunge anche i Caraibi.
  6. Jetstar Australia e Jetstar Asia – Entrambe di proprietà della Qantas, esattamente come quest’ultima non hanno mai subìto incidenti.
  7. Thomas Cook – Compagnia britannica che raggiunge tutti i continenti nonostante sia una low cost.
  8. Virgin America – Compagnia statunitense appartenente al Gruppo Virgin.
  9. Vueling – Compagnia low cost spagnola conosciuta anche in Italia.
  10. Westjet – Compagnia canadese, è in questa classifica dal 2010.

Se sei interessato a lavorare nel settore aeroportuale, consulta i corsi di Accademia del Lavoro.