Importante riconoscimento per l’Aeroporto Internazionale di Napoli

Importante riconoscimento per l’Aeroporto Internazionale di Napoli (sito ufficiale): l’Enac, infatti, lo ha inserito nel Piano Nazionale degli Aeroporti tra i 12 Aeroporti Strategici della Nazione.
L’aumento di +92% delle rotte internazionali, rispetto al 2013, ha permesso di accrescere notevolmente il traffico passeggeri negli ultimi anni, tanto da permettere allo scalo napoletano di diventare tra i primi aeroporti italiani per traffico di passeggeri.

Importante restyling per l’Aeroporto Internazionale di Napoli

Questo grazie anche agli straordinari e significativi interventi di ampliamento e di restyling effettuati, in particolare per il Terminal passeggeri, grazie alla partecipazione dell’Arch. Antonio De Martino, co-founder di Gnosis architettura, che tamite l’utilizzo di uno specifico portfolio di materiali, ha fornito una propria cifra stilistica agli ambienti del terminal.

Tra di essi, quello di maggior rilievo è stato HI-MACS®, grazie al quale è stato possibile esprimere pienamente un chiaro linguaggio architettonico. HI-MACS®, composto da minerali, pigmenti naturali e acrilico, permette notevoli vantaggi dal punto di vista strutturale: esso, infatti, resiste al fuoco, ai graffi e agli urti ma soprattutto facilita la pulizia e l’igiene a causa della sua superficie priva di pori che impedisce a sporco, batteri, muffe e umidità di annidarsi.

HI-MACS®, viene utilizzato sia in architettura sia in interior design, per l’ideazione di facciate e arredi, risultando l’ideale per gli ambienti contract interni ed esterni perché di facile manutenzione. Questo materiale, infatti, dopo anni può essere lavorato in maniera tale da cancellare danni e segni più profondi, così come eventuali macchie e addirittura graffiti, ripristinandone l’aspetto e riportandolo indietro nel tempo, come al primo giorno.

aeroporto internazionale di napoli accademia del lavoro 2
Il progettista, l’Arch. Antonio De Martino, ha dichiarato: “La Gnosis rappresenta un team di progettazione fortemente interdisciplinare che mai come in questo caso ha inteso affrontare la sfida di questo progetto nell’accezione più ampia possibile. Lo specifico tema dei singoli interventi a cui siamo stati chiamati a intervenire è stato sempre rapportato e confrontato con la scala più ampia afferente all’immagine coordinata dell’intero Aeroporto. L’obiettivo principale che ci si è posto è stato quello di individuare un concept capace di costruire una identità precisa del Terminal aeroportuale e delle relative aree Forecourt. Un linguaggio che usato in tutti gli interventi di riqualificazione fosse capace di imprimere uno stile riconoscibile e inequivocabile. La pietra acrilica ha accompagnato questo lungo processo di ideazione e costruzione, in quanto capace di adattarsi agli usi e alle funzioni più disparate assecondando con grande semplicità il design realizzato ad hoc per questa complessa infrastruttura”.

Foto: vocedinapoli.it

Ti piacerebbe lavorare nel settore aeronautico? Scopri i corsi di Accademia del lavoro