Un albergo…immaginario recensito su TripAdvisor

Chi non ha mai visto il film diretto da Wes Anderson “The Grand Budapest Hotel”… E non si è lasciato incantare dalle colorate atmosfere di un albergo d’altri tempi, in cui capita praticamente di tutto.
La fiabesca struttura rappresentata nel film, premio della giuria al 64° festival internazionale del cinema di Berlino, dipinge uno scenario incantevole, fantastico e irriverente e conduce in un avventuroso viaggio fatto di personaggi bizzarri e situazioni ironiche anche al limite dell’inverosimile, mentre gli spazi e gli ambienti dell’hotel sono parte integrante e fondamentale del film, funzionali alla storia.

gran budapest hotel accademia del lavoro 3La maniacale cura dei dettagli del regista, vero maestro dell’immagine, riesce a dipingere scene come quadri, in cui prevale un tocco pastello e malizioso, ironico e in perfetta sintonia con i personaggi.

gran budapest hotel accademia del lavoro 1
Attraverso un’ambientazione cartoonistica, Wes Anderson fa interagire i suoi personaggi all’interno di un palazzo rinascimentale dagli spazi immensi e coloratissimi, che sembrano quasi risucchiare le persone che li popolano.
Con il suo “look” inconfondibile, i drappi, gli ambienti finemente arredati in perfetto stile dei primi del Novecento, il Grand Budapest Hotel è entrato nell’immaginario comune come l’albergo più affascinante ed entusiasmante di sempre, recensito persino su TripAdvisor con Cinque stelle su cinque. Chi può dimenticare il suo caratteristico intonaco rosa-zucchero-filato, i tappeti rossi, i decori dorati, i marmi pregiati della hall, gli ascensori bordeaux e le sue terme uscite dalla belle époque parigina.

gran budapest hotel accademia del lavoro 2
Voto massimo dunque, per questo albergo che in realtà non esiste: una location fittizia ispirata ai romanzi dello scrittore austriaco Stefan Zweig.
In un articolo apparso su Huffington Post si scrive che l’albergo ha più di 95 recensioni e tra queste alcune fanno riferimento a poche pecche della struttura: l’assenza di connessione internet e di caricabatterie per I phone, tutte cose che ovviamente fanno sorridere.
Sarà forse allora proprio per le sue atmosfere incantevoli, nate da un’immaginazione fervente e che riportano in un mondo fanciullesco o per le dinamiche di una storia concitata e rocambolesca raccontata dalla voce e dalle dinamiche di personaggi altrettanto colorati, che questo albergo immaginario è entrato nel cuore di tutti, tanto da meritarsi, pur non esistendo, il primo posto nel podio di TripAdvisor.