La prima nave a energia eolica si chiama Viking Grace.

Porta un nome epico ed è il primo traghetto che collegherà Finlandia e Svezia alimentato a energia eolica.
Viking Grace è infatti dotato di una vela a rotore ed è una grande nave passeggeri che sfrutta l’energia eolica. Il che potrebbe significare che a breve questo sarà possibile anche per le navi merci.
Come era già successo per il traghetto a energia elettrica (leggi l’articolo), il battello in questione rappresenta una sfida e un’importante conquista nell’ambito dell’innovazione dei trasporti alimentate con fonti di energia rinnovabile.
Viking Grace nel frattempo salpa per collegare due città del nord Europa: la finlandese Turku alla capitale della Svezia, Stoccolma ed è la prima del suo genere a integrare il proprio sistema d’alimentazione con le cosiddette Rotor Sail, ovvero vele a rotore che catturano l’energia del vento per trasformarla in elettricità.

Il traghetto a energia eolica che sfrutta l’effetto Magnus.

Il principio su cui si basa il traghetto a energia elettrica è quello dell’effetto Magnus, responsabile della variazione della traiettoria di un corpo rotante in un fluido in movimento. Il battello riprende un concept della fine dello scorso secolo e riadattato nel 2014 prima in una versione moderna ed efficiente del Rotore Flettner in funzione su una nave.
Grazie alla tecnologia contenuta in dispositivo installato sull’imbarcazione, la Viking Grace è in grado di automatizzare e rilevare quando il vento è abbastanza forte da garantire un risparmio, consentendo di far risparmiare oltre 900 tonnellate di CO2 all’anno alla compagnia che la gestisce, la Viking line, grazie ad una sensibile riduzione dell’utilizzo dei combustibili.

Una conquista per tutta l’industria marittima globale che potrà contare su una sensibile riduzione dei costi, oltre che promuovere il benessere dell’ambiente marino. Quando l’avanguardia riesce ad elaborare soluzioni che aiutano l’ambiente.