Melissa. Come aprire un’erboristeria senza rinunciare alla creatività

Si chiama Melissa ed è un’erboristeria nel cuore di Torino, a pochi passi dalla Mole Antonelliana. Fin qui nulla di particolare, se non fosse che questo posto ha davvero dello straordinario. Sembra essere uscito da un romanzo di Lewis Carroll o da un film di Tim Burton.
Atmosfere quasi fiabesche, perché quando si ha anche fare con erbe e natura, un po’ si è come in una favola. E a rendere possibile tutto questo è stata lei, la proprietaria Valeria, che ha reso questo posto davvero unico nel suo genere. Basta dare un’occhiata al profilo Instagram della sua attività per capire quanta passione, ingegno ed entusiasmo Valeria dedica ogni giorno a questo luogo.

aprire erboristeria accademia del lavoro 2
E così dalle scatole e dalle confezioni erboristiche spuntano ricami fatti a mono, fotografie, illustrazioni, vecchie scatole di latta impreziosite da un’aria vintage di altre epoche, libri e tanto colore dappertutto.
Insomma, a Valeria il merito di aver unito la sua competenza nel settore erboristico, frutto di studi e di aggiornamenti continui, ad una fervente e frizzante creatività, che si sommano alla sua incredibile capacità di accogliere i suoi clienti.

aprire erboristeria accademia del lavoro 1
Da qui il termine Melissa, un’erba officinale dal suono soave e dalle proprietà benefiche diverse e al suo interno, in bella mostra, erbe officinali, prodotti di prima qualità tutti naturali, leccornie per i più piccoli, creme di bellezza e un fornitissimo scomparto di tisane di ogni tipo, il tutto presentato in uno spazio fatto di archi, mattoncini rossi e piccoli oggetti che accarezzano la vista.

melissa erboristeria torino accademia del lavoro